Sapevi che secondo il buddhismo la radice di tutte le nostre sofferenze è da ricercarsi in un fraintendimento?

Il problema è che crediamo permanente e/o immutabile (spesso scontato) ciò che è impermanente. Questo causa attaccamento e dall’attaccamento derivano ferite, delusioni, perdite…

Come ho già scritto in un post precedente: tranquilli, non voglio convertirvi! Preferisco un mondo pieno di colori, con tante idee, religioni, e differenze. Voglio solo condividere uno spunto di riflessione! Ho già in mente in futuro di pubblicare articoli anche su altre culture!

Secondo il buddhismo la causa della sofferenza è l’attaccamento. L’attaccamento è causato dall’ignoranza. L’ignoranza è ignoranza della natura impermanente della realtà.

L’ignoranza della realtà produce attaccamento perché si crede permanente ciò che è impermanente.

Avidità, ira, arroganza, dubbio, gelosia e paura, affondano tutti le radici nell’ignoranza dell’impermanenza della realtà.

La vera natura della realtà è una continua trasformazione

(questo è uno dei principi base del buddhismo)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi