Lupo appenninico

Sapevi che un lupo può percorrere spostamenti di centinaia di chilometri?Vi sono esempi di lupi seguiti tramite GPS (applicato su radiocollare) che dall’Abruzzo sono arrivati fino in Francia!

Fonte immagine: https://it.m.wikipedia.org/wiki/File:Lupo_appenninico_3.jpg

Fino alla fine degli anni ‘60 in Italia il lupo era liberamente cacciabile in quanto inserito nella lista degli animali nocivi.

Le prime politiche di conservazione della specie a partire dal ‘71 col primo divieto temporaneo di caccia. Nel ‘73 venne deciso un altro divieto di caccia per altri 3 anni, che divenne definitivo nel ‘76

Nel 1976 il lupo diventa specie particolarmente protetta e viene reso definitivamente illegale, oltre alla caccia, l’utilizzo di esche avvelenate.

Successive leggi e decreti, nel ‘77, nel ‘92 e nel ‘97, hanno ampliato e dettagliato meglio la protezione di questa specie.

A livello comunitario nel 1979, la specie viene inclusa nell’appendice II della Convenzione di Berna come specie particolarmente protetta.

Nel 1992 la Direttiva CEE n. 92/43 “Habitat” include il lupo tra le specie animali di interesse comunitario che necessitano di misure urgenti di protezione; il D.P.R. 357/97 riconosce l’importanza della specie a livello comunitario e oltre a prevedere azioni mirate alla ricerca e al monitoraggio, ne vieta la cattura, l’uccisione, lo scambio e la commercializzazione.

A livello internazionale il lupo è incluso nella Lista Rossa delle specie minacciate dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura e delle Risorse Naturali, come specie vulnerabile.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi